Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Fondata nel 2001 dall’attore e regista Gianpiero Borgia e dall’interprete Christian Di Domenico

 

Nel segno di Jurij Alschitz, innovativo regista russo in voga in Italia negli anni Novanta. La Compagnia Borgia, relativamente giovane, è fondata nel 2001 dall’attore e regista Gianpiero Borgia e dall’interprete Christian Di Domenico. I due, infatti, frequentano il master diretto da Alschitz restandone influenzati in maniera profonda. Gianpiero inizia il suo cammino artistico con Giorgio Albertazzi e prosegue i suoi studi come attore al Centro sperimentale di cinematografia di Roma e come regista al Gitis per stranieri diretto da Jurij Alschitz. Con il quale collabora allo sviluppo del suo metodo di pedagogia teatrale. Ha messo in scena dopo la morte di Carmelo Bene un suo scritto, Ritratto di Signora del Cavaliere Masoch per intercessione della Beata Goretti. Diverse le sue regie di opere tratte da Sepulveda, Garcia Lorca. Nel 2008 dirige Proietti in Viva Don Chisciotte. Tra i suoi lavori più recenti annovera Midsummer, Cavalleria rusticana e The Author. Nel 2011 dirige Filottete di Sofocle e Occidental Express di Matei Visniec.
Di Domenico, invece, è il principale erede e insegnante della metodologia d’arte drammatica del regista russo Alschitz agli inizi degli anni ’90. Nel 1992 debutta con il ruolo di Laerte nell’Amleto diretto da Elio De Capitani. Fino al 1996 lavora, tra gli altri, con Jerzy Stuhr, Massimo Navone e Giuseppe Bertolucci e soprattutto avvia un’intensa collaborazione con Gabriele Vacis, regista e direttore artistico del Laboratorio Teatro Settimo. Dal 1996 al ’99 frequenta il master di specializzazione per attori e registi professionisti diretto dal maestro Alschitz e al termine collabora stabilmente al fianco del grande regista russo. Per quattro anni dal 2001 al 2005 è presidente della Compagnia delle Formiche, nella quale continua il suo lavoro di attore in Dimitrij Karamazov, Ippia e Socrate, Macbeth. Nel 2006 firma inoltre le sue prime regie: L’ultima tentazione di Socrate, dal dialogo platonico Ione e La Tempesta di Prospero. Tentativo di un congedo. In questi ultimi anni è presente come attore anche in diverse produzioni pugliesi.

 

arrow nera  teatrodeiborgia.com