Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Le arti marziali nel cuore. La danza, una folgorazione nella scuola della madre.

 

È prima borsista all’istituto Isola Danza diretta da Carolyn Carlson, poi dottore in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Bologna con una tesi sull’improvvisazione nella danza. Trova spesso ispirazione negli elementi naturali per i suoi lavori. Dal 2004 esercita in qualità di danzatore free-lance in Svizzera, Germania e Italia e collabora per Simona Bertozzi e Daniele Albanese. Nel 2011 riprende attivamente lo studio delle arti marziali, Capoeira e Tai-chi soprattutto. Dal 2013 indaga una scrittura per immagini che si fonda su un movimento primitivo, in cui s’intrecciano sogno, spazio e grafie in movimento. Pratica e insegna contact improvisation e crea i suoi primi soli Grafiche del silenzio e Appunti sul libro della terra.

Oltre all’attività di danzatore è chiamato come insegnante in diverse strutture private italiane ed estere. Ha esperienze di dance ability nella scuola della madre dove segue regolarmente i corsi per ragazzi diversamente abili. Ha ottenuto il premio Equilibrio 2014, istituito e organizzato dalla Fondazione Musica per Roma per la pièce Grafiche del silenzio. È interessato a trasformare alcuni tratti degli sport praticati in elementi attivi della propria ricerca coreografica. Pratica e insegna in differenti corsi di formazione in Italia e all’estero. Nel 2015 debutta al Festival Equilibrio con Dei crinali. Sempre lo stesso anno prima di Horizon alla Vetrina della Giovane danza d’autore di Ravenna. Nel 2016 partecipa al progetto Vita Nova della Biennale di Venezia con il primo capitolo del progetto Primitiva, il quale prosegue quest’anno allo Scenario pubblico Catania, con i danzatori di Modem.

Dal 2015 è sostenuto da Tir Danza. Insegna come free-lance in diverse formazioni professionali italiane e anche estere, come il Balletto di Roma, Laban Trinity College e l’Austrian Youth Ballet.

 

arrow gialla y tirdanza.it/manfredi_perego