Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Ventisei anni. Il successo arriva lontano di casa. Tra Slovenia e Bulgaria. Poi una decisione improvvisa. Il rientro in Italia.

 

Al culmine del successo per avviare nuove esperienze e mettere in discussione la propria vita. La preparazione di Alessandro Sollima affonda le radici nella propria terra, la Sicilia. Studia a Catania con Sonia Condorelli funky e hip hop e danza classica con Valentine Chortea. Si avvicina alla danza contemporanea nel 2009 frequentando Modem diretto da Roberto Zappalà. Per poi volare alla Northern school of contemporary dance in Inghilterra prima, e al Salzburg Experimental academy of dance di Salisburgo da dove intraprende un percorso con il coreografo slovacco Milan Tomasik. Da due anni e mezzo lavora con la sua compagnia internazionale che ha base in Slovenia, con cui porta avanti progetti di danza contemporanea basati sull’improvvisazione e la composizione istantanea.

Danza in Modern flow e in Seeds/10 con le coreografie di Giovanni Scarcella, di Michal Mualem e Giannalberto de Filippis. Collabora con Simona Miraglia al progetto “Il sesso”, pluripremiato in diversi festival italiani. Partecipa alla performance I picciotti con le coreografie di Giovanna Velardi ed Esercizio di massa 35 figure per una massa grande di Michele Abbondanza. Nel 2011 collabora con la compagnia MotoMimetico nello spettacolo Sulla passione. Finiti gli studi nel 2014 lavora con Simone Forti al Museum der modern di Salisburgo. Tra le personalità che hanno influenzato il suo sviluppo artistico David Zambrano, i membri de Les slovaks, Edivaldo Ernesto e Giovanna Velardi. Attualmente Sollima sta portando in giro per l’Italia il suo primo lavoro da solista, Ad libitum, con cui ha debuttato nel 2014 in Irlanda. Tra le prossime tappe appunto Potenza. Tutto questo grazie alla vetrina del network Anticorpi che offre ad Alessandro, come ad altri giovani coreografi, la possibilità di far conoscere i propri spettacoli. In contemporanea propone anche Free fall in collaborazione con la compagnia Tomasik.