Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Resistere è amare ancora
giovedì 16 novembre, ore 20.30
Potenza, Teatro Francesco Stabile

 

cura e drammaturgia Antonio Palumbo
con Antonio Palumbo, Manuela Mastria

scena Antonio Palumbo, Guglielmo Scozzi
disegni di scena/locandina Guglielmo Scozzi
musiche Gaetano Fidanza

 

Tutto tace. Non si vede anima viva. Nessuno a cui chiedere. Nessuno. Il mondo mangia il mondo. In silenzio.
Lo spettacolo “Waiting for job. Resistere è amare ancora” è il primo lavoro di una trilogia costruita intorno alla figura di Giobbe.
Citando apertamente nel titolo il capolavoro beckettiano, mette in scena una costellazione di figure e oggetti in attesa. Un’attesa quasi biblica, un filo da legare alla lingua, che manca. Uno spazio essenziale, segnato da ferro e cenere. In questo spazio “i separati di sempre”, figure quasi umane. Quasi un uomo. Uno che parla poco, a fatica, ma guarda lontano. Una donna, un frutto più raro, decisa a perdere tutto. Le torture, continue, sono quelle dell’uomo sull’uomo.
In questo gioco dio è l’unico assente. Un uomo, una donna. Il padrone di sempre. Disumano.