Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

È tra le figure di spicco del teatro internazionale. Attore, regista, vive e lavora tra Berlino e l'Italia. Studia recitazione al Teatro Stabile di Torino e alla Bottega Teatrale di Firenze di Vittorio Gassman. E' fra il 1997 e il 1998 che mette in scena i primi spettacoli da regista. Nel 1999, con "Otello", affronta Shakespeare e poi "Macbeth", "Romeo e Giulietta", "Amleto". Nel 2001 vince il premio Ubu per il progetto "Shakespeare e oltre". Parallelamente, dal 2001 al 2004, si dedica anche a Genet. Nella primavera del 2004 è all'Opera di Lione con l'"Orfeo" di Monteverdi, sua prima regia lirica mentre in Italia riceve il premio Vittorio Gassman come miglior artista dell'anno. A novembre con "Edoardo II", affronta per la prima volta il teatro di Christopher Marlowe. Al Festival delle Colline Torinesi, presenta al pubblico italiano il lungo studio su Medea e "Aspettando Godot" di Samuel Beckett. "Moby Dick" di Herman Melville segna l'incontro fra Latella e Giorgio Albertazzi, che interpreta il capitano Achab, il tragico eroe alla caccia della balena. Lavora anche per il grande e il piccolo schermo e veste i panni del protagonista nel film di esordio di Antonio Syxty "Tartarughe dal becco d'ascia".