Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Laureatosi a Roma con Ludovico Quaroni, è stato allievo di Maurizio Sacripanti. Ha collaborato con Gino Pollini e Vittorio Gregotti. Nel 1966 ha aperto uno studio a Roma con Laura Thermes dando origine a un lungo e produttivo sodalizio segnato da un'intensa attività progettuale fortemente votata alla sperimentalità sui temi del progetto in rapporto alla rappresentazione, alla città e al paesaggio. Impegnato nella progettazione affianca ad essa, fin dall'inizio della sua attività, una ricerca sul rapporto tra architettura e rappresentazione. La sua attività didattica lo ha visto impegnato dal 1977 nell'insegnamento in diverse università italiane. Attualmente è docente di Composizione Architettonica e Urbana presso la Facoltà di Architettura "Valle Giulia" di Roma. Attraverso i suoi numerosi scritti tra i quali Luogo e Progetto, 1976; Comporre l'architettura, 2000; Franco Purini. Le opere, gli scritti, la critica, 2000, a cura di Gianfranco Neri; La misura italiana dell'architettura italiana, 2008 - e i suoi disegni conservati presso collezioni pubbliche e private tra le quali il Centre Pompidou, il Museo di Architettura di Francoforte e il Museo di Belle Arti di Buenos Aires - ha notevolmente influenzato l'ambiente internazionale sviluppando con chiarezza esemplare le questioni teoriche e figurative del dibattito disciplinare.