Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Dall'analisi del discorso alla semiotica dello spazio e dell'architettura della città. Isabella Pezzini ha mutato e ampliato con il tempo i campi di interesse e studio. Professoressa ordinaria di Filosofia-Teoria dei linguaggi, nella sua ricerca ha sempre cercato di sviluppare lo studio della narratività e l'analisi del discorso (forme di enunciazione e di soggettività, espressione degli affetti e delle passioni, tipologie e generi testuali e discorsivi, multimodalità, efficacia comunicativa) estendendone poi la portata agli ambiti della sociosemiotica e della semiotica della cultura. La pubblicità è il settore di interesse nell'analisi del linguaggio dei media. Solo di recente ha poi rivolto lo sguardo "al mondo urbano" con particolare interesse per i luoghi di consumo e i musei. Insegna Semiotica alla Facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza Università di Roma. Si è formata a Bologna (con Umberto Eco, Paolo Fabbri) e Parigi (con Algirdas Julien Greimas), ha insegnato anche a Zurigo, Ferrara, Siena, San Paolo. E' responsabile di una unità di ricerca in un progetto nazionale Cofin sulla "Scrittura e riscrittura della città" diretto da Ugo Volli. Tra i suoi scritti "Le passioni del lettore. Saggi di semiotica del testo" (1998), "Scene dal consumo. Dallo shopping al museo" (2006), "Senso e metropoli. Per una semiotica post-urbana" (2006). "Immagini quotidiane. Sociosemiotica visuale" (2008).

 

arrow giallo isabellapezzini.it